Locanda dell'Isola Comacina

L'ISOLA
LA STORIA
LA LOCANDA
IL MENU
IL LAGO
DOVE SIAMO
PRENOTA
CONTATTI


La Locanda

Nel 1948, incuranti della maledizione che incombeva sull'isola, il setaiolo Carlo Sacchi ed il campione di motonautica Sandro De Col, contattano Lino Nessi proponendogli di impiantare una Locanda nell'isola, allora abitata solo da serpi.
Improvvisamente Sandro De Col scompare tragicamente in un incidente di motonautica e Carlo Sacchi viene ucciso a Villa d'Este dalla contessa Bellentani. Lino Nessi, frustrato vorrebbe abbandonare il progetto, ma la scrittrice inglese Francis Dale gli suggerisce l'esorcismo del fuoco. Da allora ogni volta che qualcuno onora la mensa della Locanda dell'Isola si svolge il rito del fuoco.
Da una terra abbandonata, maledetta e scomunicata, è così rinata una tradizione di ospitalità che continua tutt'oggi, aperta a tutti, indipendentemente dalla nazionalità o dalla religione.
Sull'Isola l'ospite è sacro e tutti cooperano per venire incontro ai suoi desideri: un piccolo Eden ricco di poesia e di fascino, un luogo dove di giorno c'è da ammirare uno sfavillio di colori e dove la sera, in mezzo alle luci dei paesi che si specchiano nel lago, si sespira un'atmosfera unica, incantata, soffusa di magici richiami.
Con il Cav. Lino Nessi (Cotoletta) prima e Benvenuto Puricelli poi, la Locanda dell'Isola Comacina è divenuta famosa, una tappa d'obbligo per chi visita l'europa e l'Italia, un itinerario che puntualmente è stato percorso da personaggi illustri di tutto il mondo. Consultate il nostro Guest Book.
La Locanda è un 'luogo unico, esclusivo, diverso da tutti gli altri ristoranti'. Il locale, aperto sul lago, luminoso nei mesi più freddi ed ideale nella stagione estiva per l'atmosfera gradevolmente rinfrescata dalle brezze del lago, può ospitare fino a duecento ospiti.
Benvenuto Puricelli ha mantenuto nella sua integrità (e nei sapori) il menù del Cotoletta.

 



Il Cav. Lino Nessi (Cotoletta) e Benvenuto Puricelli impegnati nell'esorcismo del fuoco
Locanda dell'Isola Comacina - Ossuccio - Lago di Como - tel. ++39 0344 55083-56755 fax ++39 0344 57022 - e-mail [email protected]